svizzeranews.ch

tutte le notizie della svizzera in italiano

GLI SVIZZERI VOGLIONO ANDARE A LONDRA E PARIGI

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stare seduti a casa non sembra essere la cosa svizzera. Un’analisi di diversi motori di ricerca mostra che le persone sono sempre più alla ricerca di viaggi in città.

Ph Angelo Pomposo Martinelli

Parigi, Londra, Berlino. Gli Svizzeri hanno cercato queste città  più del solito negli ultimi 30 giorni, come dimostra un’analisi di Arg-You, una società di ricerche di mercato di Baar ZG. Le valutazioni mostrano oltre 600.000 richieste a Londra, quasi 400.000 a Parigi e oltre 200.000 a Berlino. “Allo stesso modo, fitness, bellezza, parrucchiere, matrimoni, massaggi, vacanze, gravidanza, benessere e matrimoni sono sempre più ricercati”, afferma Christoph Glauser, CEO di Arg-You.

La società esamina le voci nei campi di ricerca di vari siti Web, inclusi motori di ricerca come Google, Search e Local, ma anche piattaforme di social media come Facebook, Instagram, Twitter e altri. . In Svizzera ci sono poco più di 190 fonti.

Lo scienziato politico e amministratore delegato Arg-You Glauser interpreta la necessità di una pausa in città affermando che c’è un forte desiderio di cambiare scenario nel blocco. Inoltre, è probabile che si preveda il primo allentamento delle restrizioni di viaggio in Europa, quindi è improbabile che si cerchino viaggi a lunga distanza in Asia o in altre destinazioni oltremare. C’è anche poca richiesta per una vacanza al mare perché le destinazioni balneari tipiche sono fortemente influenzate dalla crisi del Corona Virus. “Pianifichi un viaggio in città”, afferma Glauser.

NESSUN TRAFFICO DI INTERNET, VOLI BARELY.

Attualmente non è possiile viaggiare in treno per raggiungere mete oltre confine , in quanto  non esistono treni a lunga percorrenza che operano a livello internazionale. Quando i treni per Parigi, Vienna, Milano o Germania riprenderanno a funzionare,ad oggi è ancora argomento di discussione. “Dipende dalle ferrovie dei rispettivi paesi e dalle decisioni dei governi quando i confini saranno riaperti a tutti i viaggiatori”, afferma Raffael Hirt, portavoce dei media delle FFS.

Un programma di volo minimo si applica alla Svizzera fino al 17 maggio. In Europa, le città di Londra, Amsterdam, Berlino, Amburgo, Lisbona, Stoccolma, Porto e Atene sono raggiungibili da Zurigo; da Ginevra é possibile raggiungere Londra, Atene, Lisbona e Porto. Solo l’aeroporto di Newark – New York,  serve i voli esteri.

Anche dopo il 17 maggio, il programma dei voli estivi non continuerà come previsto, ma le operazioni verranno gradualmente accelerate. “La scelta delle destinazioni si basa sulle numerose restrizioni all’ingresso in Europa e nel mondo e su considerazioni economiche”, afferma la portavoce dei media della Swiss International Air Lines  Meike Fuhlrott.

L’DFAE SCONSIGLIA DI VIAGGIARE

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha sostanzialmente sconsigliato di viaggiare poiché l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha classificato la situazione intorno a Covid-19 come una pandemia mondiale. “Oggi esiste il rischio di infezione con il nuovo Corona Virus in tutte le regioni del mondo. Pertanto, dal 13 marzo 2020 il Consiglio federale ha consigliato di non proseguire con viaggi all’estero non urgenti fino a nuovo avviso”, ha dichiarato l’DFAE su richiesta domenica. Quanto tempo si applica è incerto. “Al momento non è prevedibile la revoca delle restrizioni di viaggio”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Articolo pubblicato il: 21/Apr/2020