svizzeranews.ch

tutte le notizie della svizzera in italiano

Probabile riapertura discoteche. Ma luoghi perfetti per diffusione virus

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Berset potrebbe aprire anche le discoteche e locali notturni.

BERNA – Oggi pomeriggio ci sarà la consueta conferenza stampa nella quale si prenderanno delle decisioni in merito alla terza fase. Come già ben sappiamo, l’8 giugno è prevista l’inizio di questa fase e già nella giornata di ieri sono trapelate alcune notizie soprattutto in materia di assembramenti. Come riportato dal Neue Zürcher Zeitung, Alain Berset potrebbe mirare ad aprire anche discoteche e locali notturni, oltre agli zoo, teatri e cinema. Probabilmente con un limite massimo di 300 persone.

Alexander Bücherli, portavoce della commissione Bar&Club di Zurigo, raffredda un po’ gli animi con delle dichiarazioni a 20 Minuten. “Ci crederò solo quando verrà pronunciato dal Consiglio federale. La vita notturna è importante, soprattutto per i giovani. La gente ha voglia di uscire e godersi il divertimento. Hanno rinunciato a molta libertà. E se non hanno un posto dove andare, si riuniscono altrove, in spazi aperti, senza rispettare le norme igieniche e di distanziamento sociale”.

Sempre secondo lo stesso Bücherli, far rispettare i due metri di distanza nei locali però non è cosa facile. Ragion per cui sarebbe opportuno raccogliere i dati personali per permettere un eventuale tracciamento in caso di contagio. “Chi va a ballare, vuole stare vicino alle altre persone. Inoltre molti locali avrebbero una capacità molto limitata, rendendo controproducente a livello economico una riapertura”.

Ma, secondo Bücherli, non sarebbe comunque facile rispettare i due metri di distanza tra le persone in un locale, motivo per cui sarebbe indicata la raccolta dei dati personali per consentire il tracciamento in caso di contagio. «Chi va a ballare, vuole stare vicino alle altre persone. Inoltre molti locali avrebbero una capacità molto limitata, rendendo controproducente a livello economico una riapertura”, conclude il portavoce Bar&Club di Zurigo.

Il Covid-19 trova le condizioni perfette per una rapida diffusione in club e discoteche.

Negli ultimi mesi si è parlato molto di quest’argomento quando addirittura in piena pandemia ci si aspettava la riapertura di questi locali nel prossimo autunno. Questo perché i essi possono diventare dei centri di trasmissione del virus, pensiero del virologo del Bernhard Nocht Institute for Tropical Medicine di Amburgo, Jonas Schmidt-Chanasit il quale dice che “Il Covid-19 trova le condizioni perfette per una rapida diffusione in club e discoteche. I posti sono stretti, si suda molto, con la musica alta si tende a gridare, avvicinandosi al viso degli altri. Esattamente lo scenario che ha portato a gravi focolai in altri Paesi”.

Attendiamo quindi la conferenza stampa di oggi per avere maggiori informazioni in merito.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Articolo pubblicato il: 27/Mag/2020